Intarsi e miniature mobili Napoli

  • restauro mobili antichi Napoli Salvatore Sorrentino
  • Il termine "tarsia" deriva dall'arabo "tarsi" (decorazione preziosa o incrostazione) e fu dato ai primi lavori eseguiti dai monaci certosini in cui i motivi ornamentali traevano ispirazione dagli intarsi marmorei mussulmani. L’uso della tecnica, certosina o a toppo, si sviluppò soprattutto in Veneto e Lombardia grazie anche ai numerosi contatti commerciali che la Serenissima aveva con il Medio Oriente.

    Il periodo di massimo splendore per la tarsia fu il Rinascimento soprattutto per via degli studi e delle ricerche sulla prospettiva fatti da grandi artisti, architetti e matematici dell'epoca come Brunelleschi, Paolo Uccello, Piero della Francesca, Leon Battista Alberti, convalidati dagli studi matematici di Luca Pacioli, nel trattato "De Divina Proportione".
    La tecnica più usata fra il 1440 e 1540 è l'intarsio pittorico, che consisteva nel prendere la sagoma del cartone o progetto e nel riportarla nei vari tipi di sottilissime lastre di legno, di diverso colore o tinte per le precedenti immersioni in soluzioni colorate. Con l'evoluzione delle tecniche di tintura e dell'ombreggiatura, gli intarsiatori, dettero vita a motivi naturalistici e a complesse scene figurate che permisero di ottenere degli effetti analoghi (anche se limitati) alla pittura.
    La più alta espressione di questa tecnica è la tarsia pittorica-prospettica che riproduce complesse vedute architettoniche strettamente legate con i contemporanei studi di prospettiva lineare.
    In tempi più recenti, un’altra area geografica dove si ebbe un uso importante della tarsia, fu il napoletano. In special modo a Sorrento, nel corso del XVIII e XIX secolo, eccelsi intarsiatori riuscirono ad ottenere risultati, con l'ausilio di ritocchi acquerellati e a china, di considerevole rilevanza. Ancor’oggi tale tradizione è fiorente e richiestissima dal mercato. La ditta Sorrentino per molto tempo si è attrezzata per corrispondere adeguatamente alle richieste di intarsi e miniature su mobili a Napoli per coloro che desiderano conservare i pezzi più prestigiosi delle loro collezioni nella maniera migliore possibile. Le miniature sono opere esclusive che sono utilizzate come portagioie o come pezzi da collezione. Sono mobili perfettamente funzionali nel senso che hanno la stessa struttura dei grandi ma ridotti a scala in piccola dimensioni pertanto tutte le singole parti funzionano alla stessa maniera quindi i cassetti come ante o altro si aprono e si chiudono perfettamente. Le miniature sono costruite con il sistema antico che prevedeva incastri a coda di rondine e chiodi di legno.